FESTIVAL DEL LAVORO 2013

Festival lavoro Cari lettori,

come state? Io sono appena tornata da un bel week end Roma- Fiuggi ricco di appuntamenti, il primo tra i quali è stato il Festival del lavoro per ua tavola rotonda dedicata ai giovani e al mondo del lavoro.

Sabato 22 a Fiuggi infatti si è tenuto l’incontro ” Il lavoro al centro dello sviluppo” moderato dal Dott. Buscema al quale hanno partecipato Lorenzo Ait, Silvia Lombardo, Matteo Fini ed io, naturalmente 🙂

Un momento di condivisione durante il quale mi sono scatenata nel raccontare le vostre storie, le mie, racconti di ordinaria precarietà insomma. Spero davvero di poterci tornare l’anno prossimo perché l’accoglienza è stata davvero meravigliosa.

Il giorno dopo sono stata a RoFestival 2ma invece dove ho presentato il libro presso la libreria N’importe quoi in Via Beatrice Cenci. La conoscete?

E’ davvero molto carina! I relatori, ovvero Pierfrancesco Palattella, Dario Antogniazzi e Edoardo Franco sono stati magnifici.

Davvero una bella atmosfera! Ringrazio coloro che hanno partecipato e che mi hanno sostenuta.

Della presentazione se ne sono occuparti diversi blog tra i quali Roma in un click, Pink Roma e anche un paio di Radio tra le quali Dimensione Suono Roma e Radio Manà. Grazie mille a entrambe, speaker e direttori per la fiducia!

Oggi vi saluto e non racconto altro, sono cotta! Il treno notturno mi ha distrutta e oggi è stato il mio primo giorno di lavoro e per ben 3 settimane, ehehe!

A presto e fatemi saVero Salute fotopere se vi piace il libro

Ps: Stavo per dimenticarmene! E’ appena uscito il mio nuovo articolo su Vero Salute dal titolo: “La verità è che non TI piaci abbastanza”

Che ne dite? Non ho neanche massacrato i maschietti 🙂

Aspetto i vostri commenti!!!

Buona lettura e buonanotte.

Alessia Bottone

Annunci

UN ANNO DOPO

BolognaCari lettori,

Un anno fa. Esattamente un anno fa veniva pubblicata la mia lettera al Quotidiano L’Arena. Quante cose sono successe, quante volte avrei voluto stracciarla quella prima pagina dove venivano sbandierati i miei affari.
Poi però, mi guardo un anno dopo.
Sono sopravvissuta alle mail minatorie, alle invidie, agli sgambetti, a chi mi diceva non sai fare niente solo perché sono vivace, ho imparato a parlare in pubblico e quel microfono ora me lo mangio da quanta voglia ho di recuperare il tempo perso in panchina. Volevo andare in Africa a lavorare, alla fine qualcosa ha scelto per me.
Dovevo restare, dovevo provarci. Grazie a chi c’era nei momenti di vuoto, nelle mattine in cui maledici i tuoi sogni, grazie a due meravigliosi incontri che mi fanno sperare ancora in questo Bel Paese e grazie a quei giornalisti con la g maiuscola e il cuore grande. Continuiamo a sognare.
Detto questo vi aggiorno sulle ultime novità.
Ieri mattina sono stata intervistata da Radio Capital, cinque minuti per raccontare cosa succede tra “un mi piace” e un invito a cena.
In genere ci passano, 10 ci ripenso, 8 “sto in crisi” e 2 “sto ripensando alla mia ex”. Giancarlo Cattaneo però concorda con me nel dire che anche noi donne non siamo da meno! Appena inizia una relazione siamo subito pronte a cambiare l’agenda a MaschioMalcapitato e la sua consolidata routine.
Bologna 1Scherzi a parte il pomeriggio mi sono dedicata ad un evento benefico a favore di Casa Oz, una casa famiglia per bambini malati e per le loro famiglie ed è stata davvero una bella esperienza, ho conosciuto persone davvero interessanti e mi ha emozionato vedere la dedizione di Mariangela Galotto per questo evento.
A breve pubblicherò le fotografie che sono state scattate.
Un pomeriggio molto piacevole, caldo a parte, assieme ad ospiti davvero interessanti.
Per non parlare di quanto mi sono divertita a duettare con Virginia Barrett e a dibattere con i ragazzi, il genere maschile che si è trovato in mezzo al massacro!  🙂
Allora, ci vediamo il 23 alla presentazione del libro a Roma? Il Messaggero ha dedicato un articolo all’evento e al libro.
Ne approfitto per ringraziare Giorgia Cardinaletti. La mia benzina è l’entusiasmo delle persone che sto conoscendo in questo percorso.
A presto e buona lettura!
Alessia Bottone

E SE LO DICE UN PROFE…..

IBS On lineCari lettori,

sono sempre un po’ in difficoltà quando, durante le interviste, mi viene posta la domanda” Allora Alessia, ci spieghi perché dovremmo comprare “Amore ai tempi dello stage”?

Mi verrebbe da rispondere “E cosa ne so io?”.

Solo che non si può, ovviamente. Scherzi a parte, è vero che mi sto facendo promozione da sola e da mesi ma non amo essere autoreferenziale.

Così ieri, appena mi è arrivata la recensione di Vincenzo di Siena, un ragazzo che ho conosciuto mes fa tramite il mio blog “Danordasudparliamone” mi sono sentita sollevata e decisamente felice, perché d’ora in avanti sarà lui a darvi un buon motivo per leggere il mio libro.

Vincenzo dice che il mio libro è stato scritto con il cuore, io penso la stessa cosa della sua recensione.

Ciò che preferisco però è la definizione che da di me, davvero divertente.

Vi allego il testo e mi raccomando, se vi è piaciuto il libro mandatemi il vostro commento!

A presto

Alessia Bottone

Perché comprare”Amore ai tempi dello stage?”

Francamente un bel libro! Sembra una banalità ma è così!

Un libro che dovrebbe essere letto soprattutto da tutta quella fascia di giovani italiani che tanto sembra lontana dall’universo dei libri. “Amore ai tempi dello stage” è un libro che ti fa star bene, ti riconcilia con l’universo della lettura, perchè scorrevole, divertente, preciso e, soprattutto, attuale.

Feltrinelli VeronaCol suo primo lavoro, complimenti davvero, Alessia Bottone descrive in modo minuzioso, e con manzoniana precisione nella cura dei dettagli, l’universo variegato dei giovani e dei loro rapporti con Eros, questo dio dell’amore che sembra essere passato in secondo piano, soppiantato da Stage, una creatura infernale, figlio di Crisi e Denaro, due divinità a cui piace godere delle sventure dei poveri esseri umani.

“Amore ai tempi dello stage” in definitiva, è un libro che si legge tutto d’un fiato, piacevolmente accompagnato dalla constatazione di una realtà di cui tutti noi facciamo parte; chi tra noi giovani maschietti non si è mai sentito, sotto sotto, nel profondo della sua coscienza, un signor Tagliamoipontisennòsoffriamo, oppure un Tiamomanonposso?

E chi, tra voi italiche donzelle, non ha mai recitato la parte della donna Iotiaspetterò, oppure quella della sfortunata Saputamaipiaciuta?

Un libro davvero per tutti, anche per i più “anziani”, i quali leggendo le “sudate carte” della Bottone, forse, riuscirebbero a capire l’universo della gioventù 2.0, tutta impegnata tra la prossima partita alla play-station con gli amici e l’ennesimo colloquio fatto giusto per avere la coscienza a posto e dirsi: <<ci ho provato!>>.

Il successo di questo libro, perchè di un libro di sicuro successo si sta parlando, risiederà nel fatto che l’autrice, che tutto sembra tranne che una politologa accapigliata tra teorie keynesiane e marxiste, oppure impegnata a studiare il flop di questo o quel partito, sembra aver scritto con il cuore più che con le mani.

La passione che ci ha messo trasuda da ogni singola pagina, l’attenzione e la comprensione della realtà e la conseguente precisione e maestria nel riportarle nero su bianco, cosa non da poco per uno scrittore, soprattutto se all’esordio, fa sì che davvero il lettore si immedesimi, entrando con l’anima e con il corpo, in quello che sta leggendo, perchè quella è storia sua, vissuta, magari, in prima persona.

Leggendolo si ha quella sensazione di riconciliazione con la realtà, un ritorno sfrenato alla gioia della vita, soprattutto quella spensierata della gioventù, anche se quella di oggi è vessata da una crisi economica non voluta, della quale non si ha nessuna responsabilità, ma che c’è, è lì, e noi giovani come in un tunnel dove non si vede la luce che indica l’uscita.

Anche l’amore è stato travolto dal precariato, però, invece che stare lì a piangerci su o a mangiare chili di cioccolata, soprattutto per voi fanciulle, o passare intere notti davanti ad una consolle, perchè non prenderla alla leggera, perchè non riderci su? “Amore ai tempi dello stage” è questo, prendere con ironia una cosa serissima come l’amore. Precario, anch’esso, s’intende…

In definitiva un ottimo lavoro!

Vincenzo di Siena

EVERYWHERE!!!

PresentazioneCari lettori,

Non so come ho fatto, ma adesso è ufficialmente in tutte le Feltrinelli d’Italia. Anzi no lo so come ho fatto, a furia di litigare e chiamare e blabla.

Manca solo Cagliari, Salerno, Pescara e Treviso e Siracusa. Ora potete prenderlo davvero ovunque!Persino negli aeroporti di Bergamo e Roma!

Eccolo a voi! Feltrinelli – Amore ai tempi dello stage

Vi allego con molto piacere la mia intervista doppia che è appena stata pubblicata da L’Undici. Ringrazoìo Mariana Flamigni per il suo impegno e dedizione.

Essere giovani oggi, chi parte e chi resta.

Scusate se mi manca l’euforia oggi, ma ho fallito il mio milionesimo colloquio di lavoro.

Dicono che le cose non succedono mai per caso, io me lo auguro, domani è un altro giorno, per fortuna e sicuramente andrà meglio.

Buona lettura!

Alessia Bottone

UOMO “FAMO NOTTE”

bIMBIEcco, siamo arrivati alla fatidica notte prima degli esami, domani ci sarà questa benedetta presentazione a Verona! Ma questo in fondo lo sapete già!

Siccome da un po’ di tempo non pubblico pià nessun estratto del libro stanotte ho deciso di mettere on-line una parte del mio capitolo preferito di Amore ai tempi dello stage , il famoso Uomo Famo notte, che è un po’l’uomo per il quale mi sto battendo da un po’.

Già perché io i libri li scrivo, i consigli li do, ma quando ti trovi nel bel mezzo di una tempesta ormonale non c’è la parabola che tenga, alla fine ci si fionda a capofitto!

E allora mio caro Uomo Famo notte, ecco a te, il mio capitolo!

Donne, oggi per avere la vostra metà dovete essere davvero molto pazienti, talmente pazienti che mentre attendete il suo primo passo, potete farvi un bel viaggetto alle isole Eolie, scoprire i tesori inesplorati dell’Irlanda, uscire con le amiche a bere sei o settecento aperitivi, passare da mora e bionda e poi decolorarvi (senza che lui se ne accorga ovviamente), fare le pulizie di primavera: intanto lui ci dovrà ancora pensare! Ma non si tratta di un “ci penso in solitaria”! Eh no, troppo semplice!

Questo momento tra il mi butto o non mi butto, e se non ti butti ti buttiamo noi, lui è lì presente, manda il consueto sms, verifica che il tuo status sentimentale non sia cambiato e ti tiene un po’ in sospeso, lancia segnali per poi rimangiarsi tutto in caso di disponibilità, negando persino il più evidente degli approcci.

M'ama o non m'amaDonne, io so che voi amate le spiegazioni, so che vi state confidando con le amiche del comitato www.edajé.org raccontando loro i minimi particolari, che state leggendo tra le righe, sotto le righe e dentro le righe, gli scarni sms di UomoForsesìForseno.

Vi ha cercato poi è sparito, poi è tornato e poi ci ha ripensato: pensava di essere alla ricerca dell’amore fino a che non ha visto un calendario Pirelli.

La spiegazione più logica è che sta applicando la legge dei grandi numeri: “Più ne cerco e meno possibilità di andare in bianco avrò”. Nella categoria “più ne cerco” possiamo trovare diverse tipologie di donne riunite grazie a un principio di ricerca assolu tamente scientifico: il famoso “Basta che respiri”.

(….)

Bene, per sapere come andrà a finire avete due opzioni (comprare il libro) e chiedere al vostro Uomo Famo notte spiegazioni in merito alla sua crisi mistico-esistenziale prima di trasformarvi in Donne Stofacendolamuffa.

A presto!

Alessia Bottone

LA FELTRINELLI….MI CONSIGLIA!

Feltrinelli Bergamo 3Cari lettori,

sono le 00.32 e dovrei essere a nanna, domattina mi aspetta un’intervista radiofonica per un’emittente romana “Radio Crick Crock”, solo che, mi è appena arrivata una fotografia che aspettavo da un po’.

Dopo la presentazione del libro che si è tenuta la settimana scorsa, la libreria Feltrinelli di Bergamo mi ha inserito nella sezione “Scelto per voi”, ovvero nella parte dedicata ai libri consigliati!

Posso dire yuppi o è poco professionale? Beh, io lo dico lo stesso e ci aggiungo anche un bel “queste so’ soddisfazioni”!

Feltrinelli 4Per il resto sto procendendo bene con la promozione che ormai è diventata la mia attività full-time dato che ci penso notte e giorno. Come vi dicevo, domattina sarà su Radio Crick Crock alle 8.45 e poi su Umbria Radio alle 17.30 sempre per parlare di Amore ai tempi dello stage, di giovani e di precariato.

Nel frattempo mi sto preparando al mio tour, a partire dalla prossima settimana infatti mi vedrete a Bologna per un evento benefico dove cercherò di contribuire devolvendo parte del ricavato della vendita dei libri a Casa Oz e poi in Lazio per due date.

Nel frattempo si avvicina il sei giugno, giornata cruciale, vista la presentazione che si terrà alla Feltrinelli di Verona, la mia città.

Gli invitati sono tanti, i confermati pure ed io, spero di non farmi prendere dall’emozione!

Questa sera durante la riunione che abbiamo organizzato con i ragazzi di VeronaOltre  mi hanno consegnato il volantino degli eventi Feltrinelli e, finalmente, ci sono anch’io.

 Ecco a voi la foto qui sotto.

Eventi feltrinelliPrima di salutarvi vi allego il link dell’intervista di Social Media Life ad opera di Tommaso Lippiello che ringrazio per avermi dato la possibilità di raccontarvi la mia storia.

Da Blogger a scrittrice grazie al Social Web!

Ringrazio anche Stefano Calafiore della libreria Feltrinelli di Bergamo per la sua disponibilità e per il suo tempo prezioso che mi ha dedicato!

Buonanotte lettori, a presto!

Alessia Bottone